Firenze Online Blog

Notizie, eventi ed informazioni su Firenze

Lo scandalo Confcommercio di Firenze

Inserito da admin • Gen 11th, 2008 • Categoria: Notizie


Dal biglietto dell’autobus al cioccolatino dopo pranzo. Passando per le trasferte a Parigi e a New York, senza disdegnare neanche un viaggetto a Quwait City o in Senegal. Fare la bella vita costa e gli ex vertici di Confcommercio lo hanno capito bene quando hanno dovuto fare in conti con un bilancio sempre più rosso che, secondo le accuse, è stato abilmente occultato, almeno fino a quando la magistratura ha cominciato a interessarsene.
La Guardia di Finanza, dopo un’indagine durata un anno e frutto di numerosi controlli incrociati, è adesso in grado di dire dove sono andati a finire tutti quei soldi, cinque milioni proprio della Confcommercio, altri tre delle società satelliti che gli giravano intorno e che erano il vero e proprio braccio operativo di un’associazione che in realtà si comportava come una holding.

Dopo gli arresti degli ex vertici di Confcommercio, vale la pena entrare nel vivo del dettaglio delle spese per scoprire la «gestione creativa e allegra», come la definisce il giudice Pietro Ferrante, di sei anni di direzione. Secondo l’accusa, Soderi, Brogioni, Squillantini e Vannini dal 2001 al 2006 hanno ottenuto dalla Camera di Commercio 82.633 mila euro per un progetto di fidelizzazione con smart card (mai portato a termine), 48 mila euro per il cosiddetto progetto di valorizzazione del centro storico che dalle perquisizioni sarebbe risultato essere una cartellina che conteneva numerose fatture per viaggi all’estero di dirigenti o dipendenti e di loro amici e parenti.

Tra i viaggi: New York, Parigi, Nizza, Quwait City, Benin e Senegal, viaggi che per la procura non trovano giustificazione nell’attività di Confcommercio.
Ancora, 56 mila euro ottenute per una campagna di controllo di difetti visivi nei bambini delle scuole primarie. Progetto di cui non si è saputo niente. E poi pranzi e caffè presi nel bar interno, 28 mila euro in rimborsi chilometrici, solo nel 2005, 170 mila euro spesi nei rimborsi taXi. Tutte le spese, di dirigenti ma anche di dipendenti fatte rimborsare: anche l’euro di un parcheggio.
Tra le spese che Confcommercio fa addebitare alle società satelliti si scoprono anche i numerosi rinfreschi allo stadio durante le partite della fiorentina e il ‘Bistecca day’ sponsorizzato dalla Confcommercio ma fatto pagare dalla Comservice. E poi favori, clientelarismi, aumento spropositato dei dipendenti. Servizi come quello dell’elaborazione di buste paga trasferito da Comservice che le faceva perchè quello era il suo lavoro a costo zero, alla società di Ennio Serboni così come le consulenze assegnate alla moglie di Accardi. Assomiglia ad una lunga lista della spesa, l’ordinanza del gip che evidenzia una ragnatela di interessi personali dietro all’associazione più antica di Firenze. Per la procura, a Soderi si deve l’ingiustificato aumento di dipendenti di Confcommercio in chiave clientelare.
La GdF ha accertato come la figlia di Vannini, dipendente di Cofidi, abbia percepito compensi dalla Comservice per prestazioni occasionali usando gli strumenti del consorzio durante gli orari di lavoro.

Policom vanta un credito verso Confcommercio di 89 mila euro per i Tfr non pagati ai dipendenti. A far le spese dello scioglimento della ex Confcommercio e del fallimento di Policom e Comservice sono circa 100 dipendenti, che si sono trovati senza lavoro e Tfr. Hanno chiesto al tribunale di estendere il fallimento anche alla ex Confcommercio. Ora il giudice fallimentare dovrà pronunciarsi, anche alla luce di questa inchiesta. Tutte le spese (dall’affitto a telefono a bollette) gravavano su Comservice che poteva detrarle. Una delle voci di spesa addebitate a Comservice, era l’organizzazione dei rinfreschi presso la tribuna dello stadio per le partite della fiorentina: nel 2005 se ne sono andate 50 mila euro. Secondo le accuse, dal 2002 al 2006 la maggior parte dei dipendenti Cofidi ha ottenuto compensi extra come «gratificazioni al personale dipendente scelto sulla base delle preferenze
personali dei vertici».

«Non abbiamo fatto alcuna verifica e un po’ mi sento in colpa, oltretutto le aziende non navigano neppure così bene, non so come la pensi tu, ma non sono per niente tranquillo anche perchè il giorno che dovesse succedere qualcosa… la colpa è solo nostra e lo sapevamo. Mi sento preso in giro e sento di prendere in giro gli altri». Il clima della ex Confcommercio potrebbe essere riassunto tutto in questa mail che un sindaco revisore della Comservice invia nel 2003 a Mario Accardi, anche lui sindaco revisore e quindi controllore dello stato dei conti della società.

Stanno bene, dentro le società satelliti, almeno stando alle accuse, quello che sta accadendo ai loro bilanci, con i soldi usati per ripianare il buco di Confcommercio. Avvenuto in tre modalità, secondo la procura: con vere e proprie condotte di appropriazione indebita di somme presenti istituzionalmente nelle casse di Confcommercio, con condotte di distrazione e successiva appropriazione di soldi fatti confluire alla Confcommercio dalla Policom e Comservice (che hanno poi causato il fallimento) e anche Cofidi, infine con condotte volta a ripianare fintamente le fuoriuscite, gonfiando le voci dell’attivo patrimoniale.
Questo avveniva duplicando i contributi della Confcommercio nazionale a quella fiorentina, riportando in bilancio i contributi per
due volte: uno come entrata reale, l’altra come previsione di entrata futura (e quindi fittizia).
Ancora, il bilancio appariva regolare con l’inserimento di crediti della fine degli anni settanta, «praticamente inesigibili», scrive il gip, o attraverso l’annullamento dei debiti verso Cofidi.
In capo a tutto questo, per l’accusa ci sarebbe l’allora direttore Cesare Vannini, definito dagli investigatori il ‘deus ex machina’ della ‘gestione allegra’ del patrimonio dell’associazione e delle società ad essa legate.

«L’indagine - si legge nell’ordinanza - ha portato alla luce una sorta di cassa comune riconducibile alla Confcommercio attraverso una gestione clientelare e familistica della stessa. L’amministratore del vero e proprio gruppo economico che faceva attività d’impresa è risultato essere Cesare Vannini, direttore dell’associazione dal 1990 fino a marzo 2006 quando è andato in pensione. In pratica lui era il gestore del personale, aveva potere di firma e poteva autorizzare tutte le spese, sovrintendeva all’impianto contabile, predisponeva il bilancio con l’aiuto di Mario Accardi, era il vero e proprio motore organizzativo del gruppo». Massimiliano
Annetta, difensore di Vannini interviene: «Ora gli indagati, Vannini era l’unico dipendente di Confcommercio e mi sembra singolare che possa aver ricoperto una posizione apicale nella vicenda».

Se per ora la procura non ipotizza una continuità con la struttura della nuova Confcommercio, evidenzia però che la creazione della Sif a febbraio dell’anno scorso, la società Servizi Imprese Firenze, rappresenta un collegamento con la vecchia associazione, con nomi che non sono del tutto nuovi e che hanno ricoperto incarichi importanti.

Fonte: Quotidiano Il Firenze dell’11 Gennaio 2008

16 Responses »

  1. Beh c’è poco da dire….c’è molto sconforto…ci sono dei professionisti che pensano di essere padroni del mondo che non avrebbero per niente bisogno di fare questi giochetti sporchi ( se tutto come credo verrà confermato) per continuare ad avere una vità più che dignitosa….spero che le indagini vadano avanti…è una vergogna… auspico per tutti noi onesti contribuenti che ci sia presto una sentenza equa e giusta…

    ma non avete degli aggiornamenti?

  2. sei grande papà. il giudice di cui avete scritto è mio padre

  3. Hello there! This post couldn’t be written any better!
    Reading through this post reminds me of my previous roommate!
    He continually kept talking about this. I am going too forward this post to him.
    Fairly certain he’ll have a good read. Many thanks for sharing!

  4. Very good blog! Do you have any hints ffor aspiring writers?

    I’m hoping to start my oown websife soon but I’m a little lost
    on everything. Would you recommend starting with a free platform like
    Wordpress or go for a paid option? There are so many choices out there that I’m
    totally confueed .. Any recommendations? Cheers!

    Feel free to surf to myy web page :: order garcinia cambogia blast

  5. Everything is very open with a really clear clarification of the issues. It was truly informative. Your website is extremely helpful. Thank you for sharing!|

  6. Oh my goodness! an amazing article dude. Thanks Nevertheless I’m experiencing issue with ur rss . Don’t know why Unable to subscribe to it. Is there anyone getting an identical rss drawback? Anybody who knows kindly respond. Thnkx

  7. What’s up every one, here every person is sharing these knowledge, therefore it’s good
    to read this webpage, and I used to visit this blog everyday.

  8. Receitas para emagrecer e dicas de alimentos também complementam a metodologia.

  9. Para aprender a tocar violão é bom que a pessoa pegue no violão todos os dias pelo menos umas três vezes, uns
    10 minutos em cada vez, ou seja, que a pessoa tire pelo menos
    30 minutos do seu tempo todos os dias para praticar instrumento.

  10. It’s going to be ending of mine day, except before finish I am reading this
    wonderful piece of writing to improve my experience.

  11. That

  12. I am in fact pleased to glance at this blog posts which contains plenty
    of useful facts, thanks for providing these statistics.

  13. There’s absolutely nothing stopping you doing that, butt
    to get the most out of your weight coaching, it’s most effective to do the weights session 1st
    simply becausae your power levels are larger at the commence of the
    exercise.

    My hhomepage female exercises for weight loss (Dane)

  14. The little packets make it so significantly less difficult to have your pre workout wherever you are.

    Here is my bloig post: home

  15. It is crucial to recognize that it isn’t just the diet regime or just the
    cardio that will let you to burn crazy amounts of fat.

    my blog weight looss female - http://Www.clothia.com,

  16. The ingredient listing on the label of Fitmiss Ignite
    pre workout does not definitely telll us something special other than that it consists of the fundamental elements that are necessary to any pre exercise and a few token specific components.

    Have a look at my homepage calorie intake for weight
    loss female, http://www.udemy.com,

Facci conoscere la tua opinione, lascia un commento!