Firenze Online Blog

Notizie, eventi ed informazioni su Firenze

Sapore ad alto gradimento per la Federazione Italiana Cuochi

Inserito da admin • Feb 24th, 2011 • Categoria: Mangiare


A Rimini, al Salone del Fuori Casa, appena concluso, la FIC ha avuto un ruolo da protagonista, riscuotendo un grande successo grazie a un premio, ad esibizioni di arte culinaria e incontri d’approfondimento in tema, all’insegna del gusto e dello stile italiani, celebrati con un brindisi tricolore (e un pizzico di “rosa”). In vista dei risultati a RistorExpo, ad Erba.

Dal 19 al 22 febbraio scorsi, il quartiere fieristico di Rimini ha acceso le luci su Sapore-Tasting Experience (Gusti, Riti e Tendenze, 24 Ore Fuori Casa), mettendo alla ribalta la FIC-Federazione Italiana Cuochi, diretta da Paolo Caldana e composta da 19.000 iscritti in 120 Associazioni Provinciali. L’ente degli chef, riconosciuto dal punto di vista giuridico e unico rappresentante nazionale nella WACS-Società Mondiale dei Cuochi, ha animato la manifestazione riminese con performance di alta cucina e non solo.

Come buon inizio, sabato 19 febbraio, uno dei principali rappresentanti della Federazione, il veronese Fabio Tacchella, ha ricevuto da Rimini Fiera il premio “Sapore Innovation Award - Best Chef” per la sua ricerca e le invenzioni nel settore delle tecniche di cottura dei cibi. Nel corso della sua brillante carriera, il general manager della N.I.C.-Nazionale Italiana Cuochi (organo FIC per le competizioni culinarie internazionali) ha brevettato molti strumenti rivoluzionari tra cui la “carta fata”, involucro per cottura che permette di ridurre i grassi e i condimenti e di esaltare i sapori; la “fata bags”, busta in cui si cuoce l’alimento sottovuoto, sulla griglia, fino a 200° C, con rosolatura ma senza produzione di acroleina nociva, e la “smoki”, piccola attrezzatura per affumicare con fumo freddo, non tossico, anche direttamente nel piatto.

Per celebrare questi paladini dell’eccellenza dello stile alimentare italiano e, in particolare, la N.I.C., vincitrice di due medaglie d’oro (per la cucina calda e quella fredda) e del trofeo per la migliore squadra alla competizione continentale d’Irlanda del 12 febbraio, la stampa presente a Sapore, la mattina del 20 febbraio, è stata invitata dalla FIC a un singolare aperitivo tricolore. Il tributo, anche ai 150 anni dell’Unità d’Italia, si è concretizzato in finger food verdi, sfoglie sormontate da alici, bianchi, in forma di cucchiaini di pasta “velo”, e rossi, a base di salmone affumicato (offerto dall’azienda L’Inedito) e in un morbido ed elegante “nettare di Bacco” bianco, Greco di Tufo e Aglianico, a marchio Calafé, molto apprezzati dai partecipanti. Il brindisi non solo ha salutato i campioni della N.I.C., tra cui Gaetano Ragunì (il più anziano, di “ben” 46 anni), il team coach Fabio Momolo e il capitano Gianluca Tomasi, ma ha voluto essere un augurio per la loro prossima impresa: la Coppa America di Cucina che si terrà a Dallas dal 24 al 25 luglio 2011 e per la quale dovranno essere elaborati prodotti certificati italiani, presenti nei supermercati statunitensi.

Nell’area, domenica alle ore 15, particolarmente affollata è stata la platea del 1° Meeting delle Lady Chef che si è svolto con il Talk Show “Lady Chef – Donna Professionista e Promotrice di Salute nella ristorazione fuori casa”. Il gruppo, che si è formato nel ’96 all’interno della FIC, allo scopo di salvaguardare la cucina nazionale tipica e che conta più di 2.000 iscritte, ha voluto presentarsi proprio in occasione di Sapore per “sottolineare lo spirito femminile, fondamentale per mantenere viva la vecchia tradizione culinaria”, come ha affermato Bertilla Prevedel, “mamma” del sodalizio in rosa. Gabriella Bugari, responsabile delle Lady Chef anche per il Sud Europa, ha elogiato la FIC e il presidente Paolo Caldana grazie a cui “il gruppo è cresciuto ed è stato esportato all’estero, con la formazione delle Woman in WACS, sulla scia dell’esperienza unica italiana”. Da parte sua, Ivanna Barbieri, segretaria delle Lady Chef, si è soffermata sulla visibilità “che ci spetta per cui ormai dobbiamo “uscire” e comunicare”.

Invece Mariantonietta Miracolo, componente del gruppo e chef responsabile del Pastificio Rummo, partner del Meeting, ha annunciato il primo concorso, promosso dalla sua azienda per il prossimo anno a Sapore di Rimini, “ai fini di riconoscere pubblicamente la parte attiva avuta dalle donne nella fama mondiale della cucina italiana. Per la gara, le Lady Chef dovranno creare ricette ispirate a grandi donne, che verranno poi selezionate e giudicate dagli uomini. Comunque”, ha concluso Miracolo, “in cucina siamo tutti “chef”, non uomini o donne”…

Per informazioni e interviste:
FIC, Piazzale delle Crociate 15, 00162 Roma
tel. 06/4402178-44202209; fax 06/44246203
sito www.fic.it
email fic@fic.it
(Presidente: professor Paolo Caldana; Segretario: Salvatore Bruno)

Facci conoscere la tua opinione, lascia un commento!