Firenze Online Blog

Notizie, eventi ed informazioni su Firenze

Uno Stradivari suona al Museo Bargello per Così fa Mozart

Inserito da admin • Mar 3rd, 2011 • Categoria: Eventi


Cos’ fa MozartDopo il successo dei primi appuntamenti, che hanno visto esibirsi grandi interpreti del panorama concertistico, prosegue la bella rassegna dedicata a Mozart che fino al 5 aprile animerà la splendida Sala di Michelangelo del Museo Nazionale del Bargello. Ancora tre imperdibili serate, tra musica e arte, in un inedito connubio tra i grandi capolavori scultorei e quelli musicali.
Mercoledì 9 marzo h. 20,30 sarà la volta della giovane e pluripremiata violinista inglese Tamsin Waley-Cohen che, all’interno della sua tournée internazionale, farà tappa in Italia per eseguire musiche di Mozart e Causton. Considerata la violinista di maggiore talento nel panorama internazionale ha l’onore di suonare il famoso Stradivari ex-Fenyves del 1721. Ad accompagnarla un altro musicista d’eccezione, Stefano Greco, che in questa occasione ci proporrà la trascrizione per pianoforte della seconda Sonata di Bach per violino solo (Bach Sonata n.2 in la minore, BWV 1003). La sua profonda passione per la musica in generale e per J. S. Bach in particolare lo ha portato ad intraprendere un intenso studio e ricerca, da qui le trascrizione dei 14 Canoni sulle Prime 8 Note Fondamentali dell’Aria dalle Variazioni Goldberg di Bach per pianoforte, e la creazione delle versioni per due pianoforti della Musikalisches Opfer e dell’”Erbarme dich, mein Gott”, dalla Passione Secondo Matteo, di Bach. Stefano Greco è un artista esclusivo di Brancusi Classics e conta al suo attivo numerose apparizioni radio-televisive, per CNN, RAI, RAI International, Radio Vaticana, Radio Beethoven, Opus 94, oltre che nel famoso programma “Reflections from the keyboard”, condotto da David Dubal a New York.
Un duo senza uguali, lei definita da Ruggiero Ricci come “la giovane violinista più eccezionalmente dotata che io abbia mai incontrato”, lui da Aldo Ciccolini come “un musicista di grande talento… una passione tale da provocare il mio incondizionato plauso”.
 
 
PROGRAMMA
 
MOZART Sonata Kv 378
allegro moderato / andantino sostenuto e cantabile / rondò (allegro)
CAUSTON Fantasia and Air
BACH Sonata n.2 in la minore, BWV 1003
grave / fuga / andante / allegro
MOZART Sonata kv 454
largo / allegro / andante / allegretto
 
Tamsin Waley-Cohen (1986)
Ha studiato al Royal College of Music di Londra sotto la guida di Itzhak Rashkovsky. Ha vinto numerosi RCM awards, tra i quali anche il prestigioso Ian Stoutzker Prize ottenendo il riconoscimento “String Player of the year”. E’ stata BBC Young Musician of the Year, premiata al Kloster Schontal e al Sion, e vincitrice nel 2005 del premioRoyal Overseas League Strings e del premio J&A Beare Solo Bach nel 2007. Si è esibita alla Wigmore Hall, Cadogan Hall, Symphony Hall Birmingham, Queen Elizabeth Hall. Suona in duo coi pianisti Gary Matthewman e Gregorio Nardi. Il 2008 vedrà il suo debutto al Barbican di Londra, l’apertura del St Jude’s Proms insieme alla London Chamber Orchestra e il Concerto per Violino di Tchaikovsky con la Royal Philharmonic Orchestra. Fin dall’età di 16 anni ha collaborato con Lorand Fenyves, Andras Keller, Martin Lovett, Mark Padmore e Gerhard Schulz. Ha seguito master con Ida Haendel, Igor Ozim, e Ruggiero Ricci, il quale l’ha descritta come “la violinista di maggior talento che io abbia mai incontrato”. Dal 2007 suona il famoso Stradivari ex-Fenyves del 1721.
 
Stefano Greco
Artista che combina un tono robusto e una tecnica elegante con una profonda comprensione intellettuale ed emotiva della musica che esegue, Stefano Greco sta velocemente guadagnando reputazione come uno dei migliori pianisti italiani della sua generazione. È stato recentemente nominato Steinway Artist, e ha dato ad aprile del 2007 il suo primo recital come tale, eseguendo l’Arte della Fuga di Bach nella Chiesa di Santo Stefano al Ponte Vecchio a Firenze, nella Settimana di Musica Sacra dal Mondo. Da allora, ha di nuovo suonato l’Arte della Fuga a Verona, per l’Accademia Filarmonica, a Cagliari, per l’Associazione Mozart Italia, a Los Angeles, per il Bach Festival, a New York, ecc. Il suo debutto alla Carnegie Hall (Zankel) di New York nel dicembre 2007, accolto da una lunga standing ovation, ha riscosso entusiastici consensi di pubblico e di critica. Stefano ha dato il suo debutto alla Wigmore Hall di Londra nel novembre 2005, presentando un programma ingegnoso intitolato “The Later Art of the Fugue”, una collaborazione con lo scienziato, ricercatore, scrittore e documentarista Robert Temple, che ha portato alla luce capolavori della musica contrappuntistica, molti dei quali raramente ascoltati in concerto, tra cui le prime esecuzioni mondiali di una fuga di Puccini, trascritta da Greco per il pianoforte, e di una fuga di Dinu Lipatti, anch’essa edita da Greco. Stefano Greco ha studiato inizialmente al Conservatorio Tito Schipa di Lecce, con Antonio Serrano. Si è diplomato con il massimo dei voti, e ha vinto poi diversi concorsi pianistici in Italia, prima di continuare i suoi studi con Hector Pell, all’Accademia Superiore “G. Curci” di Barletta, e successivamente, dal 1995 al 1998, con Aldo Ciccolini all’Accademia “A. Ciccolini” di Trinitapoli. Durante questo periodo, Stefano ha dato lezioni sulla “Meccanica della Tecnica Pianistica”, “La Sezione Aurea”, “Le Proporzioni Matematiche nella Musica” e “La Polifonia Bachiana”. Si è diplomato presso l’Accademia “A. Ciccolini” con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, e nel 2000 è stato Top Winner nell’Ibla Grand Prize International Piano Competition, dove ha anche vinto la menzione speciale Bach e il Premio “Città di Pozzallo”. Successivamente è stato premiato nel Concorso Internazionale Glenn Gould.
 
Info ingresso:
10 euro (ogni concerto)
soci sostenitori FLAME ingresso gratuito + 1CD
inizio concerti: 20.30
Luoghi dei concerti: Museo Nazionale del Bargello, via del Proconsolo 4, Firenze

Tag articolo:

Facci conoscere la tua opinione, lascia un commento!